Blog: http://clandestinodellavita.ilcannocchiale.it

La stella di Natale sta seccando? Ecco come salvarla!


 
Natale è passato da quasi due mesi, e probabilmente molti di noi stanno vedendo la propria stella di Natale, l'ennesima stella di Natale, acquistata o regalata dal parente di turno, seccare inesorabilmente.

Ma si può fare qualcosa per salvarla, farla durare fino all'anno prossimo e riavere foglie rosso scarlatto in tempo per Natale 2010.

Ecco come:
premettendo che la stella di Natale è una pianta messicana dal complicato nome scientifico che qui sorvoleremo, la prima accortenza da osservare è che deve essere esposta alla luce, inoltre si deve fare in modo che la temperatura a cui e sottoposta, oscilli tra i 14 e i 22 gradi (ma la temperatura massima non è poi un problema se viene superata, purchè si provveda ad annaffiare il terreno e il sottovaso almeno ogni 2-3 giorni).

Nel momento in cui sembra che stia seccando, bisogna tagliare tutti i rami a un palmo da terra, sembrerà un taglio eccessivo, ma è così che deve andare, pian piano vedrete delle foglioline spuntare e si incomincerà anche ad irrobustire il tronco. Ad aprile, andrebbe rinvasata (andrebbe, perchè alle volte il terreno nel quale è piantata, è ancora buono, comunque nel dubbio rinvasatela)  e in estate inoltrata, va messa all'aperto, in un posto ombreggiato (mi raccomando alla regolare innaffiatura).

Da settembre a novembre invece, la pianta va tenuta al buio per almeno 4 ore, e va protetta dalle temperature eccessivamente rigide, quindi, se la mettete in una stanza, vicino alla finestra, e verosimilmente in quella stanza la luce va via verso le 4 del pomeriggio, avete trovato la soluzione ottimale per conservare la stella di Natale.

Seguendo queste piccole accortenze, avrete salvato la vita della vostra stella di Natale, ne avrete una perfettamente fiorita per il prossimo Natale, risparmiando anche qualche soldino.

A presto,
Shin

Pubblicato il 18/2/2010 alle 12.31 nella rubrica Buone Notizie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web