Blog: http://clandestinodellavita.ilcannocchiale.it

Il mio personale grazie a Beppino Englaro, nella speranza che non ci siano mai più altre Eluana a subire quel supplizio!

Ad un anno dalla morte di Eluana Englaro (morte legale, perchè la giovane sarebbe morta naturalmente anni fa) tuonano come un duro richiamo le parole del padre Beppino, che malgrado la sua battaglia l'abbia combattuta ed abbia raggiunto ciò che voleva (non ha vinto la sua battaglia, perchè “vincere” e seppellire una figlia è una vera sciocchezza), si domanda: perchè non è stata fatta ancora una legge?

Già, chissà perchè non è stata fatta una legge che disciplini chiaramente il fine-vita, che eviti, in futuro, il ripetersi di altri casi come quello di Eluana, derubata della sua dignità e costretta per anni a non-vivere, legata a macchine che le buttavano aria nei polmoni e che l'alimentavano artificialmente, macchine che con gli anni l'hanno ridotta ad una larva e che a causa dello sciacallaggio catto/politico non si riuscivano a spegnere, in nome di migliaia e migliaia di voti.

Ecco, in questa giornata, vorrei ringraziare Beppino Englaro, che in un paese di ignavi e di sconfitti, combatte per tutti noi: combatte per me, per te che stai leggendo e per tutti i padri, le madri e i figli di questo paese, che un giorno potrebbero vivere lo stesso supplizio passato da lui e dalla sua famiglia e trovarsi intrappolati in un corpo morto e tenuto artificialmente in vita, e soprattutto, intrappolati dalla cupidigia e dallo sciacallaggio dei politici italiani.

Proprio oggi, quel vergognoso premier che abbiamo, si è pronunciato confermandosi lo sciacallo che è, affermando che “gli sarebbe piaciuto salvare Eluana”.
Forse, era meglio che il premier non avesse ucciso nel grembo della moglie Veronica Lario, il suo figlio SANO (rispetto ad Eluana in stato vegetativo), praticando un aborto – OMICIDIO, invece piuttosto che dare lezioni!

Shin

Pubblicato il 9/2/2010 alle 19.49 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web