.
Annunci online

27 gennaio: in memoria di tutte le Anna Frank, di ogni colore, razza e credo religioso
post pubblicato in Videopost, il 26 gennaio 2010
Eccoci qua, come ogni anno, a commemorare nel Giorno della Memoria, la Shoah, l'Olocausto nazista che durante la Seconda Guerra Mondiale provocò la morte di 6 milioni di ebrei, zingari, comunisti, slavi, omosessuali, storpi.

Per quanto mi riguarda, il simbolo per eccellenza di quella mostruosità è Anna Frank, forse perchè nelle scuole è il primo libro “impegnato” che gli insegnanti ti fanno leggere, e quindi ti resta impresso in maniera indelebile nella mente.
Anna Frank, una bambina che insieme alla sua famiglia, non aveva compiuto nessun reato, non aveva rubato né ucciso, non aveva nessuna colpa, se non quella pretestuosa di essere ebrea e... per i criminali nazisti dell'epoca, questa “colpa” andava punita con la morte. E così fu.

Lo slogan di questa Giornata della Memoria solitamente è “Perchè non accada mai più”... mai parole sono state più vuote.
L'olocausto nazista purtroppo, non è stato l'ultimo olocausto o genocidio inteso come sistematico sterminio di popolazioni, etnie o religioni... dopo gli ebrei, è stato il turno dei tibetani, che hanno visto la loro religione e soprattutto la loro cultura, spazzata via dalla Cina comunista di Mao, che ancora oggi, sotto gli occhi di ONU, Stati Uniti d'America, Unione Europea, satelliti, aerei spia e via dicendo, sta provocando un genocidio stimato in almeno due milioni di morti.
Ma non solo, in Ruanda, nel 1994, sotto gli occhi dei caschi blu dell'ONU, in poco più di due mesi, furono sterminati mezzo milione di abitanti, la cui unica colpa era essere appartenenti ad una particolare etnia, i Tutsi, e per questo vennero sterminati.
E se non bastasse ancora, in Europa, nella nostra Europa che ha creato prima fascismo e nazismo, e poi l'Olocausto, un nuovo genocidio, perpretato a Srebrenica, vedeva truppe regolari di un esercito, quello serbo, uccidere sistematicamente tutti gli uomini e i ragazzi musulmani di quella zona, e per le donne invece, abusi e stupri con l'intento di “selezionare” una nuova generazione di bambini non più musulmani bensì cristiani.

Ma nel Giorno della Memoria, tutti commossi e con le facce serie, ci alimentiamo della solita menzogna “perchè non accada mai più”.
.. io vi dico, che dopo l'Olocausto ebraico, abbiamo avuto altri Olocausti e Genocidi, e di questi, nessuno potrà un giorno dire di “non sapere”, perchè migliaia di Anna Frank nere, tibetane o musulmane, sono state umiliate, stuprate e massacrate sotto gli occhi del Mondo Occidentale, che, a differenza di Pio XII (*) poteva fare molto, e invece, ha taciuto, e il silenzio non sfugge a Dio.

Shin

(*) Qualcuno ancora oggi, accusa Papa Pio XII di aver taciuto sull'Olocausto ebraico, mi domando però cosa poteva fare un Papa, che non aveva né un esercito né un potere politico, per fermare Hitler e Mussolini. Forse, nel silenzio, Pio XII ha sicuramente potuto aiutare molti più ebrei a sopravvivere

.
Tanto noi abbiamo sempre ragione... voi mer*e in ogni caso avete torto!
post pubblicato in diario, il 9 gennaio 2010
Avete notato come siamo abituati a travisare la realtà e a vedere solo ciò che ci fa comodo?
Facciamo due esempi.

Prendiamo il massacro di cristiani copti in Egitto.
Tutti a dire che è un atto inqualificabile, una schifezza, una barbaria dei mussulmani tagliatori di teste... però quasi nessuno ha detto che le violenze sono state fatte in seguito all'uccisione con annesso stupro di una ragazza musulmana, fatto proprio da un cristiano copto.
Non voglio giustificare il massacro, per carità, però diciamole per completezza le cose, e poi equamente condanniamo sia lo stupro che ha causato poi la strage altrettanto condannabile.

Pure Rosarno, poi... i negri, violenti assassini stupratori e clandestini, sconvolgono la tranquilla cittadina. Sempre quei pochi onesti giornalisti però, ci raccontano che prima delle violenze degli immigrati, ci sono stati atti violenti contro gli stessi immigrati, alcuni dei quali hanno riportato lesioni abbastanza gravi!
Condanniamo sia le violenze degli immigrati, ma anche lo sfruttamento dei badroni bianghi, che così come in Calabria, anche in Campania (Castelvolturno), o nel civile Veneto leghista (senz'offesa per nessuno) trattano gli immigrati proprio come i massa Lea del libro di Alex Haley, Radici, facendoli vivere ai limiti della schiavitù!

Noi Occidentali oramai, essendo nati nella parte del mondo ricca e benestante, e credendo tutti nelle religione più potente ed influente del mondo, pensiamo di avere sempre e comunque ragione, a prescindere dalla realtà, e gli altri, sono delle povere merde che in ogni caso hanno sempre torto!

Così, possiamo affamare, uccidere, compiere abusi in Africa, Asia e Medio Oriente, e dire che “loro” sono terroristi assassini, se non avendo nulla da perdere, cercano almeno di renderci pan per focaccia!
Condanniamo il fondamentalismo islamico che “instaura teocrazie”, e poi di fatto cadono governi contrari al Vaticano, si creano dittature con la benedizione dei papi, e si promulgano leggi discriminatorie ora contro i gay, ora contro i divorziati, poi chissà…

Ma tanta ipocrisia, non vi fa schifo? A me si!

Shin
Immigrati criminali, assassini e... toh, italiani!
post pubblicato in diario, il 8 gennaio 2010
Canada, non più di qualche giorno fa: un omicidio di stampo malavitoso sconvolge lo stato nord americano, il figlio di un boss della malavita italiana viene freddato da affilitati di un clan rivale, sempre italiano, ben inteso!
Bande di immigrati italiani, bande di delinquenti d'esportazione
, ci rendono tristemente famosi in Canada.
E la cosa peggiore è che questa gentaglia italiana (mi preme sottolinearlo come fossi un “fiero” leghista che parla di “negri” o “mussulmani”), ha preteso di fare il funerale secondo un rito autoctono, usando la lingua della madrepatria e mettendo il defunto in una bara d'oro, ostentando, evidentemente, le loro tradizioni paesane!

Fortuna che in Canada non c'è un premier condannato e plurindagato che viene tenuto per le palle da un partito neonazista che fa dell'odio verso lo straniero, la sua arma elettorale da usare su una popolazione di stupidi, altrimenti avrebbero già fatto una legge che metteva l’immigrazione italiana fuorilegge!

In Italia invece, abbiamo un premier condannato e plurindagato, che per altro viene tenuto per le palle dalla Lega Nord che fa delle sue stupide idee, terreno fertile per raccattare voti in questa stupidocrazia alla deriva!
Esempio?

Guardate che succede in Calabria in quel paese dove, come un po' in tutta l'Italia del sud, gli immigrati clandestini vengono sfruttati come bestie nei campi e nelle industrie e quando poi si ribellano, vengono massacrati; ieri a Castelvolturno (NA), oggi a Rosarno... (evidentemente quando queste “bestie” vengono sfruttate per fare arricchire i locali “imprenditori” magari anche in odore di Camorra, N’drangheta o Mafia, va tutto bene; quando poi chiedono solo che i loro diritti siano rispettati, i vari “BADRONI BIANGHI” si sentono il diritto di ucciderli!)

Ma il ministro leghista Maroni, ha colto prontamente “il marone al balzo” per sprecarsi nelle solite frasi intente a demonizzare tutti gli immigrati, volendo vedere solo ciò che a lui e alla sua coalizione fascio leghista fa comodo.

Secondo le stupide e razziste idee leghiste, allora, anche gli immigrati italiani sono da demonizzare e bollare tutti come criminali, assassini e malavitosi... concetto inaccettabile vero?
Vero, si, ma solo per menti sane e con un minimo di cultura, e in Italia tali persone sono oramai una razza in estinzione!

Shin
L'ebreo che difende il disabile nell'Italia fascio leghista... mi sembra un triste dèjà-vu!
post pubblicato in diario, il 30 dicembre 2009
Giorno 27 dicembre, un disabile senza braccia sale su un Eurostar Bari-Roma senza biglietto, ma con i soldi per farlo. Speranzoso di potersi mettere in regola pagando il dovuto direttamente sul treno (sul quale già salire con un bagaglio, per uno come lui è stato uno sforzo immane), s'imbatte in una intransigente controllora, che appurata la vile infrazione, chiama il capotreno e di comune accordo segnalano il pericoloso disabile alla Polizia ferroviaria, la quale, un po' ricalcitrante (ma solo perchè con “questi qua” si ha sempre torto, riferendosi all'handicappato), fa scendere il ragazzo senza braccia dal treno e lo obbliga a prendere un altro Eurostar.
La storia ci viene raccontata oggi da Shulim Vogelmann, unico tra i passeggeri ad aver preso le difese del disabile e per questo grave atto di insubordinazione, meritevole di essere anche lui segnalato alla Polizia ferroviaria, su sollecitazione della controllora.

Scopro poi, grazie al tg3 dell'ora di pranzo, che Shulim è ebreo, e penso:
che lezione, un ebreo che prende le difese di un disabile nell'Italia dei leghisti e dei fascisti, che ci hanno riportato all'epoca delle leggi razziali e delle discriminazioni, criminalizzando extracomunitari, gay e i vari diversi di turno, così come i loro nonni nazi/fascisti avevano fatto durante la Seconda Guerra Mondiale.

Una lezione che temo, non sortirà alcun effetto su questo paese, versante in stato vegetativo permanente che di svegliarsi proprio non ne vuol sapere!

Shin
L'Italia agli italiani, fuori ebrei ed africani... questo non è razzismo, è l'AMORE di chi vota Berlusconi!
post pubblicato in Videopost, il 18 dicembre 2009


Ad una prima e superficiale osservazione, le frasi di questi ragazzoni, elettori del Berlusconiconsolidato leader dell'AMORE e padrone della coalizione che si esprime con gesti altruistici e magnanimi, potrebbero sembrare razziste... in realtà questo è AMORE.

Certo, AMORE, nel senso Berlusconiano del termine, che poi molto si avvicina al concetto nazista di AMORE propagandato da Hitler, Himmler, Goebels, e via dicendo nel Terzo Raich (anche se l'AMORE dei nazisti si rivolgeva anche verso i nemici politici, sfociando in oculate eliminazioni, ma sempre per AMORE, ovvio).

Che dire, siamo il paese occidentale, più lontano dalla democrazia, più razzista (pur avendo avuto un regime, il Fascismo che si è reso responsabile, a causa del suo razzismo, della più grande tragedia della storia, l'OLOCAUSTO), però... siamo anche l'unico paese al mondo, credo, in cui giustifichiamo tutte le porcate che i governanti commettono, chiamando in causa, l'AMORE.

Evviva Silvio, leader dell'AMORE... quasi un figlio dei fiori!

Shin

Ieri nazisti, oggi leghisti ma sempre miserabili razzisti!
post pubblicato in diario, il 1 dicembre 2009


In Svizzera un Referendum blocca la costruzione di nuovi minareti e poffete una legittima decisione di un paese da sempre neutrale viene colta al balzo dai razzisti xenofobi della Lega Nord italiana che in preda ad un delirio assoluto di stupidità ed idiozia, da qualche giorno continua a proporre miserabili provvedimenti razzisti par suo.

Così ecco la stupidaggine di mettere il Crocefisso nel tricolore (che quel pazzo di Bossi voleva mettere al cesso) oppure quella di vietare la costruzione anche qui in Italia dei minareti (ovviamente sarebbe troppo difficile spiegare a Calderoli e Co. che un musulmano può pregare anche in capannone e non necessariamente nei pressi di una torre che sovrasta l'eventuale moschea).

Comunque è sempre “bello” notare che il DNA degli eredi di Hitler, Himmler, Eichmann, Heydrich nazisti criminali responsabili dell'Olocausto contro ebrei, zingari ed omosessuali, rivive “mutato” come l'influenza ,nei leghisti di oggi Bossi, Calderoli, Castelli, Borghezio che secondo me, negli anni '40, sarebbero andati a denunciare le famiglie ebree, sarebbero stati custodi dei campi di concentramento e avrebbero perpretato infami crimini contro persone indifese, proprio come fanno oggi con gli immigrati colpevoli secondo loro di essere criminali solo per il fatto appunto di essere “immigrati” (un po’ come gli ebrei erano “colpevoli” di essere “ebrei”, agli occhi dei nazisti)

Shin

#41 - Se Rudy Guede fosse stato bianco, biondino e con gli occhi chiari, non starebbe in galera?
post pubblicato in Domande innocenti, il 20 novembre 2009
A Rudy Guede, il negro coinvolto nell'omicidio di Meredith, sono stati confermati i 30 anni comminatigli al processo... 30 anni per non si sa bene cosa, se non per il fatto che appunto è un negro, e nell'Italia razzista e xenofoba di questi anni, è un motivo più che valido, per un immigrato, per andare in galera. (anzi, ringraziasse che non lo ammazzano di botte!) 

Curioso che nello stesso delitto, Raffaele Sollecito, difeso dall'onorevole Bongiorno (che tra l'altro è l'avvocato di Fini) e Amanda Knox americanina sempre col sorrisetto, sono ancora in attesa di una condanna... e allora mi domando: se Rudy Guede, invece di essere un negro immigrato in un paese razzista come il nostro, fosse stato un bel giovanotto bianco, laureato 110 e lode, biondino con gli occhi azzurri, sarebbe stato condannato lo stesso?

Ovviamente nella mia descrizione mi riferisco ad Alberto Stasi dell'altro noto caso di Garlasco, caso che secondo me è ancora più clamoroso rispetto a quello di Meredith ma che comunque sembra garantire maggiore tutela a presunti assassini bianchi e/o occidentali, rispetto a presunti assassini negri africani.

Shin
Sfoglia dicembre        febbraio
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca