.
Annunci online

Povia canta Eluana e i suoi genitori
post pubblicato in diario, il 19 febbraio 2010

Mi sono profondamente commosso ad ascoltare la canzone di Povia dedicata ad Eluana Englaro. Ma forse, dire "dedicata ad Eluana" è una grande riduzione, perchè la canzone è dedicata soprattutto ai genitori, persone che hanno dovuto vedere la loro figlia, la loro speranza, il loro futuro, vegetare per anni dentro ad un letto, intrappolata nella barbaria umana che si chiama "tecnologia" che in campo medico ti tiene in vita anche quando sei morto.

Ascoltare la parole dell'ultima parte del brano, quelle in cui Eluana finalmente libera, continua ad essere accanto a suo padre nell'attesa di ritrovarsi un giorno tutti insieme, è davvvero toccante e commovente.Per fortuna, sembra, come ho sempre sostenuto, che certe cose non si devono per forza provare sulla propria pelle, per capire il dolore e la sofferenza, e non lasciarsi andare a violente sentenze e acidi giudizi contro chi dalla vita ha già avuto il dramma più grande: vedere morire un figlio!

Shin

Il rispetto per i morti a dispetto degli sciacalli!
post pubblicato in diario, il 10 febbraio 2010
Oggi si commemora l'eccidio delle Foibe, i nipoti e i figli politici e naturali di coloro che hanno causato l'Olocausto ebraico, dopo aver ideato "la giornata della Memoria" per ripulirsi le coscienze e la mani sporche di sangue, non contenti, hanno creato anche questa "giornata del ricordo!"

Il blog come sapete, è al di sopra del meschino sciacallaggio politico, che a quanto pare in Italia non si ferma neanche davanti ai morti, anzi... e proprio per questo, in questa giornata molto triste, nella quale sembra che si vogliano ricordare solo le centinaia di vittime italiane, massacrate della truppe iugoslave, io voglio ricordare anche le
migliaia e migliaia di vittime slave: uomini trucidati, donne stuprate, bambini inghiottiti da immense fosse comuni, e i carnefici, i soliti italiani guidati da Benito Mussolini.

« Di fronte ad una razza inferiore e barbara come la slava non si deve seguire la politica che dà lo zuccherino, ma quella del bastone. [...] I confini dell'Italia devono essere il
Brennero, il Nevoso e le Dinariche: io credo che si possano sacrificare 500.000 slavi barbari a 50.000 italiani » Benito Mussolini

No, non si può dimenticare che le foibe sono state precedute da crimini di guerra e contro l'umanità perpretati dagli italiani, che mantengono il solito stereotipo di "brava gente"... e non si possono dimenticare i morti slavi, non per superstizione o per chissà quale suggestivo motivo, ma perchè quando si ammazza qualcuno, non si ammazza solo quella persona, ma si ammazza un figlio, si ammazza un padre o una madre, si ammazza una generazione che non vedrà mai la luce e con essa il futuro.

In ricordo delle vittime slave del Fascismo italiano e in ricordo delle vittime delle foibe.

Shin


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Foibe

permalink | inviato da clandestinodellavita il 10/2/2010 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Il mio personale grazie a Beppino Englaro, nella speranza che non ci siano mai più altre Eluana a subire quel supplizio!
post pubblicato in diario, il 9 febbraio 2010
Ad un anno dalla morte di Eluana Englaro (morte legale, perchè la giovane sarebbe morta naturalmente anni fa) tuonano come un duro richiamo le parole del padre Beppino, che malgrado la sua battaglia l'abbia combattuta ed abbia raggiunto ciò che voleva (non ha vinto la sua battaglia, perchè “vincere” e seppellire una figlia è una vera sciocchezza), si domanda: perchè non è stata fatta ancora una legge?

Già, chissà perchè non è stata fatta una legge che disciplini chiaramente il fine-vita, che eviti, in futuro, il ripetersi di altri casi come quello di Eluana, derubata della sua dignità e costretta per anni a non-vivere, legata a macchine che le buttavano aria nei polmoni e che l'alimentavano artificialmente, macchine che con gli anni l'hanno ridotta ad una larva e che a causa dello sciacallaggio catto/politico non si riuscivano a spegnere, in nome di migliaia e migliaia di voti.

Ecco, in questa giornata, vorrei ringraziare Beppino Englaro, che in un paese di ignavi e di sconfitti, combatte per tutti noi: combatte per me, per te che stai leggendo e per tutti i padri, le madri e i figli di questo paese, che un giorno potrebbero vivere lo stesso supplizio passato da lui e dalla sua famiglia e trovarsi intrappolati in un corpo morto e tenuto artificialmente in vita, e soprattutto, intrappolati dalla cupidigia e dallo sciacallaggio dei politici italiani.

Proprio oggi, quel vergognoso premier che abbiamo, si è pronunciato confermandosi lo sciacallo che è, affermando che “gli sarebbe piaciuto salvare Eluana”.
Forse, era meglio che il premier non avesse ucciso nel grembo della moglie Veronica Lario, il suo figlio SANO (rispetto ad Eluana in stato vegetativo), praticando un aborto – OMICIDIO, invece piuttosto che dare lezioni!

Shin
Hola Davide. Il mio angelo per sempre, papà
post pubblicato in diario, il 20 gennaio 2010
Sabato scorso, in un incidente stradale è morto Davide Rovelli, figlio del noto impresario e manager Enrico.

Una morte come tante, penserete, però questa ha una storia un pò speciale, infatti il papà Enrico, ha comperato un'intera pagina de "Il Corriere della Sera" per organizzare i funerali del figlio, e invitare chiunque fosse interessato o avesse voglia di esprimere il proprio cordoglio.



La pagina è questa, e la cosa simpatica tra virgolette, è che il padre ha voluto ricordare il suo bel figlio con alcune foto, piene di colori, piene di vita, dove il corpo di un appena quarantenne era sano, forte e vigoroso.
Un gesto che appare ancora più carico di emozioni, se si considera che nel 1997, era morto un altro figlio al signor Enrico, Billy, e ora, tristemente, quasi cinicamente, la storia si è ripetuta.

Il blog, anche in virtù (purtroppo) di un'esperienza simile a quella vissuta dal signor Ravelli, si sente particolarmente vicino al suo dolore e a tutta la famiglia, ed esprime profonda commozione e cordoglio.

Una preghiera, Shin
Il miracolo di Susan Boyle, oltre la voce!
post pubblicato in diario, il 16 gennaio 2010
Se esiste un modo per investire bene 7 minuti della propria vita, guardate questo video!

Susan Boyle.
.. bruttona e un po' insolente, 47 anni portati veramente male e perchè no, agli occhi di molti vista come una sfigata D.O.C., agli occhi superficiali di molti, però!

Eppure questo video è veramente bello, e mette di buon umore. Si inizia con Susan derisa e presa in giro da giuria e pubblico, ma poi quando inizia a cantare... Dio, tutti sbalorditi, tutti ad applaudire, tutti a sgranare gli occhi lucidi nell'ascoltare questa sua voce limpida e pura come poche!
Il riscatto di Susan e di quelli che come lei, spesso vengono derisi da chi, con una banale prima occhiata crede di aver già capito tutto di te! Il riscatto di Susan, che incassa tre “SI” convinto dei tre giudici, alla faccia di chi non aveva creduto in lei...

E ditemi un po', se dopo aver visto il video, non siete stati contenti di aver seguito il mio suggerimento.

Ciao, Shin


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. musica susan boyle

permalink | inviato da clandestinodellavita il 16/1/2010 alle 14:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Trilogia della Fondazione di Isaac Asimov... un libro eccezionale!
post pubblicato in diario, il 12 gennaio 2010


In queste ultime settimane ho riletto Trilogia della Fondazione, il volume che raccoglie i tre libri di Isaac Asimov: Prima Fondazione, Fondazione e Impero, Seconda Fondazione, in un tutt'unico di fantascienza che si può tranquillamente definire il libro ispiratore di Star Wars di George Lucas.

Questo volume, di più di 600 pagine è qualcosa di fantastico, perchè si legge veramente in scioltezza, si può stare anche delle ore a leggere (e rileggere) un capitolo, e accorgersi che tutto fila minuziosamente, e la conclusione poi, fa venire quasi i brividi... il misterioso pianeta su cui si nasconde la Seconda Fondazione, il pianeta definito Star's End, il pianeta al “capo opposto della galassia”, la soluzione più logica e più evidente, sotto gli occhi di tutti, fin dalle prime pagine!
ECCEZIONALE!

Il volume si apre con le apocalittiche previsioni di Hari Seldon, psicostoriografico che in base ai suoi calcoli matematici ha previsto la caduta dell'Impero Centrale e conseguenti 10.000 anni di barbarie. Ma nel contempo ha ideato anche un piano, creare due fondazioni, una su un pianeta chiamato Terminus, che sarà la custode della scienza e della cultura, e un'altra, al “capo opposto della galassia”, obiettivo, quello di ridurre a soli 1.000 anni le barbarie nella galassia!
L'Impero Centrale, come da previsione, collassa, e la Prima Fondazione è alla mercè di confederazioni di pianeti che la minacciano, ma grazie a carismatici leader come Salvor Hardin e Hober Mallow, la Fondazione riesce a sopravvivere prima e a consolidarsi poi, per quasi 400 anni.

Poi l'imprevisto, quello che Hari Seldon non aveva potuto prevedere, la comparsa di un mutante, il Mule, dotato di poteri mentali in grado di conquistare in pochi anni tutta la Galassia, sottomettendo le menti della Fondazione e i loro più abili generali.
Il Mule, mutante dall'identità segreta, sarà scoperto da una donna della Fondazione, Bayta Darell; scoperto proprio nelle sembianze grottesche e deformi di un clown “adottato” come compagnia.

Ma il Mule doveva fare i conti anche con un altro nemico, la Seconda Fondazione.
I membri della Seconda Fondazione, hanno sviluppato negli anni alcuni poteri mentali, paragonabili a quelli del Mule, il loro consiglio, formato dagli Oratori, decide di passare al contrattacco, armati di nulla, se non delle loro menti, e a suon di manipolazioni, finiscono per avere la meglio prima sul Mule, e poi sulla Prima Fondazione che nel frattempo si era mossa contro di loro, etichettandoli come nemici. Ristabilito l'ordine, la Seconda Fondazione sparisce nel nulla, dando la sensazione della vittoria alla Prima Fondazione, lasciando che il rinnovato piano Seldon continui e porti alla conclusione dei 1.000 anni di barbarie.

Una volta lessi una frase su Isaac Asimov, di preciso non ricordo dove, né da chi fosse scritta, ma recitava qualcosa del genere: “leggi Asimov e tutto il resto ti sembra nulla.”
Senza esagerare, credo sia una verità assoluta, Trilogia della Fondazione è solo un esempio della grandezza di Asimov, se solo volessimo citare Io, Robot, oppure La fine dell'eternità, avremmo già altri due capolavori, e stiamo parlando della sola fantascienza!

Leggetelo se doveste avere un po' di tempo libero, ve lo consiglio vivamente.
Tanto noi abbiamo sempre ragione... voi mer*e in ogni caso avete torto!
post pubblicato in diario, il 9 gennaio 2010
Avete notato come siamo abituati a travisare la realtà e a vedere solo ciò che ci fa comodo?
Facciamo due esempi.

Prendiamo il massacro di cristiani copti in Egitto.
Tutti a dire che è un atto inqualificabile, una schifezza, una barbaria dei mussulmani tagliatori di teste... però quasi nessuno ha detto che le violenze sono state fatte in seguito all'uccisione con annesso stupro di una ragazza musulmana, fatto proprio da un cristiano copto.
Non voglio giustificare il massacro, per carità, però diciamole per completezza le cose, e poi equamente condanniamo sia lo stupro che ha causato poi la strage altrettanto condannabile.

Pure Rosarno, poi... i negri, violenti assassini stupratori e clandestini, sconvolgono la tranquilla cittadina. Sempre quei pochi onesti giornalisti però, ci raccontano che prima delle violenze degli immigrati, ci sono stati atti violenti contro gli stessi immigrati, alcuni dei quali hanno riportato lesioni abbastanza gravi!
Condanniamo sia le violenze degli immigrati, ma anche lo sfruttamento dei badroni bianghi, che così come in Calabria, anche in Campania (Castelvolturno), o nel civile Veneto leghista (senz'offesa per nessuno) trattano gli immigrati proprio come i massa Lea del libro di Alex Haley, Radici, facendoli vivere ai limiti della schiavitù!

Noi Occidentali oramai, essendo nati nella parte del mondo ricca e benestante, e credendo tutti nelle religione più potente ed influente del mondo, pensiamo di avere sempre e comunque ragione, a prescindere dalla realtà, e gli altri, sono delle povere merde che in ogni caso hanno sempre torto!

Così, possiamo affamare, uccidere, compiere abusi in Africa, Asia e Medio Oriente, e dire che “loro” sono terroristi assassini, se non avendo nulla da perdere, cercano almeno di renderci pan per focaccia!
Condanniamo il fondamentalismo islamico che “instaura teocrazie”, e poi di fatto cadono governi contrari al Vaticano, si creano dittature con la benedizione dei papi, e si promulgano leggi discriminatorie ora contro i gay, ora contro i divorziati, poi chissà…

Ma tanta ipocrisia, non vi fa schifo? A me si!

Shin
Sfoglia gennaio       
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca