.
Annunci online

Povia canta Eluana e i suoi genitori
post pubblicato in diario, il 19 febbraio 2010

Mi sono profondamente commosso ad ascoltare la canzone di Povia dedicata ad Eluana Englaro. Ma forse, dire "dedicata ad Eluana" è una grande riduzione, perchè la canzone è dedicata soprattutto ai genitori, persone che hanno dovuto vedere la loro figlia, la loro speranza, il loro futuro, vegetare per anni dentro ad un letto, intrappolata nella barbaria umana che si chiama "tecnologia" che in campo medico ti tiene in vita anche quando sei morto.

Ascoltare la parole dell'ultima parte del brano, quelle in cui Eluana finalmente libera, continua ad essere accanto a suo padre nell'attesa di ritrovarsi un giorno tutti insieme, è davvvero toccante e commovente.Per fortuna, sembra, come ho sempre sostenuto, che certe cose non si devono per forza provare sulla propria pelle, per capire il dolore e la sofferenza, e non lasciarsi andare a violente sentenze e acidi giudizi contro chi dalla vita ha già avuto il dramma più grande: vedere morire un figlio!

Shin

Il mio personale grazie a Beppino Englaro, nella speranza che non ci siano mai più altre Eluana a subire quel supplizio!
post pubblicato in diario, il 9 febbraio 2010
Ad un anno dalla morte di Eluana Englaro (morte legale, perchè la giovane sarebbe morta naturalmente anni fa) tuonano come un duro richiamo le parole del padre Beppino, che malgrado la sua battaglia l'abbia combattuta ed abbia raggiunto ciò che voleva (non ha vinto la sua battaglia, perchè “vincere” e seppellire una figlia è una vera sciocchezza), si domanda: perchè non è stata fatta ancora una legge?

Già, chissà perchè non è stata fatta una legge che disciplini chiaramente il fine-vita, che eviti, in futuro, il ripetersi di altri casi come quello di Eluana, derubata della sua dignità e costretta per anni a non-vivere, legata a macchine che le buttavano aria nei polmoni e che l'alimentavano artificialmente, macchine che con gli anni l'hanno ridotta ad una larva e che a causa dello sciacallaggio catto/politico non si riuscivano a spegnere, in nome di migliaia e migliaia di voti.

Ecco, in questa giornata, vorrei ringraziare Beppino Englaro, che in un paese di ignavi e di sconfitti, combatte per tutti noi: combatte per me, per te che stai leggendo e per tutti i padri, le madri e i figli di questo paese, che un giorno potrebbero vivere lo stesso supplizio passato da lui e dalla sua famiglia e trovarsi intrappolati in un corpo morto e tenuto artificialmente in vita, e soprattutto, intrappolati dalla cupidigia e dallo sciacallaggio dei politici italiani.

Proprio oggi, quel vergognoso premier che abbiamo, si è pronunciato confermandosi lo sciacallo che è, affermando che “gli sarebbe piaciuto salvare Eluana”.
Forse, era meglio che il premier non avesse ucciso nel grembo della moglie Veronica Lario, il suo figlio SANO (rispetto ad Eluana in stato vegetativo), praticando un aborto – OMICIDIO, invece piuttosto che dare lezioni!

Shin
#14 - Ma se Beppino Englaro era un assassino, quelli che hanno costruito i palazzi crollati a L'Aquila, cosa sono?
post pubblicato in Domande innocenti, il 9 maggio 2009
Vi ricordate non più di qualche mese fa la vicenda di Eluana Englaro?
Ricordate i Quagliariello-Sacconi-Ronchi-Gasparri furiosi, farsi prendere dai turchi quando si seppe della morte della ragazza; vi ricordate i microfoni lanciati per aria, le mani tra i capelli, le urla, i tentativi di rissa... tutto questo in nome della Vita? E dell'elettorato...
Bene.

Oggi mi faccio una domanda innocente: ora che ad aver ammazzato circa 300 persone all'Aquila, sono stati imprenditori senza scrupoli e politici conniventi, i Quagliariello-Sacconi-Ronchi-Gasparri furiosi, dove sono?

All'epoca della morte di Eluana, i signori politici “difensori della vita” dettero dell'assassino a Beppino Englaro, padre della ragazza, ma ora perchè tacciono sugli assassini che hanno costruito quegli immobili non a norma e sui politici che erano loro complici? E non si ribellano al loro leader Berlusconi che quasi quasi vorrebbe insabbiare tutto, "guardando al futuro" senza perseguire i responsabili?

Sotto quelle macerie sono morti giovani sani, nel pieno della loro fisicità e del loro intelletto, con tanti anni di vera Vita davanti a loro, e ai signori politici "difensori" della Vita, sembra importare poco, anzi, meglio che se ne parli poco... guarda caso però, con Eluana, cerebrolesa e oramai vegetale da anni, volevano che vivesse a tutti i costi e si sono affannati, dopo la sua morte, a perseguire (anche in nome di Santa Romana Inquisizione) il povero Beppino.

Bella gente...

Shin

Sfoglia gennaio       
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca