.
Annunci online

Il Papa non andò alla Sapienza perchè aveva paura degli studenti, ora è in Medio Oriente tra fondamentalisti musulmani e criminali sionisti?
post pubblicato in diario, il 8 maggio 2009
Vi ricordate circa un anno fa, quando il Papa aveva in programma una visita all'Università La Sapienza di Roma, ma fu “costretto” a rinunciare ai suoi propositi, dopo che un nutrito gruppo di studenti si dichiarò apertamente contrario alla sua visita?
Ebbene, all'epoca dei fatti, al governo c'era Prodi e la sua maggioranza di centro sinistra, e il Vaticano colse la palla al balzo per accusare "carenze nella sicurezza" il tutto per mettere in cattiva luce l'esecutivo che infatti di lì a poco, cadde.

Oggi il Papa è partito per il Medio Oriente... sta visitando stati come la Giordania, in cui un nutrito gruppo di fondamentalisti musulmani ancora gli chiede le scuse per il controverso discorso di Ratisbona, e visiterà anche Israele.
Ebbene, io mi domando: ma Ratzinger non ha paura che qualche fondamentalista islamico possa fare qualche attentato contro la sua santa persona? E in Israele, non teme che il governo fascista israeliano di Netanyahu & Lieberman coadiuvato dal Mossad, possa tranquillamente far accadere un “incidente” per vendicarsi delle ultime vicende circa la riammissione dei Lefebriani nella Chiesa Cattolica? Magari che so, facendo passare un attentato ordito a Tel Aviv, per un attacco terrorista di Hamas o Al Qaeda?

Quello che voglio dire è che, il Papa ebbe così tanta paura di un gruppo di studenti italiani, "armati" di magliette di Che Guevara e barbe incolte, da cancellare la sua visita alla Sapienza di Roma... mentre ora che si trova tra terroristi e criminali, non ha ritenuto opportuno rinunciare al viaggio!
Io ci vedo della pochezza degna di governi senza scrupoli arrivisti ed accatoni... poi fate voi

Shin
Sfoglia aprile        giugno
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca